Fitoterapia o omeopatia: le differenze

25/01/2017
da Farmacia Basso

Fitoterapia o omeopatia: le differenze

La fitoterapia e l'omeopatia vengono spesso confusi e pochi sanno la differenza tra l'una e l'altra. In quest'articolo vorremmo aiutarvi a fare chiarezza e a capire cosa sono e quali sono i benefici della fitoterapia e dell'omeopatia.

Cos'è la fitoterapia?
Viene detta fitoterapia quella pratica che prevede l'utilizzo di piante o di estratti medicinali per la cura di malattie o per il mantenimento dello stato di benessere. Possiamo considerare la fitoterapia come la più antica forma di medicina. La maggior parte delle piante medicinali sono dotate di principi attivi, mentre la restante parte di esse, considerate secondarie, servono a produrre altre sostanze comunemente chiamate inerti. I principi attivi e quelli inerti formano un fitocomplesso. Il fitocomplesso può avere diverse proprietà terapeutiche ed è il principale responsabile della tollerabilità di questo rimedio. La fitoterapia è, quindi, una forma di farmacologia in cui uno o più principi attivi vengono mixati ad altre molecole.

I benefici della fitoterapia.
Grazie alla vasta quantità di piante medicinali presenti, alle diverse indicazioni terapeutiche, il basso rischio di tossicità ed assuefazione, la fitoterapia risulta essere molto vantaggiosa. La terapia fitoterapeutica può sostituire la medicina tradizionale o essere integrata ad essa. In Europa, di solito, la fitoterapia viene utilizza per curare disturbi meno gravi come: tosse, raffreddore, mal di testa, disturbi gastrici e sintomi influenzali.
Al contrario di quello che spesso si pensa; ovvero che la fitoterapia essendo naturale non ha effetti collaterali; gli effetti collaterali ci sono eccome, quindi, sarebbe meglio sempre farsi consigliare da persone qualificate e non cimentarsi in rimedi fai da te.
La fitoterapia può essere utilizzata per curare per curare diverse malattie o per prevenirle. Questa terapia risulta essere molto efficace per i bambini che hanno, magari, avuto un insuccesso con i farmaci tradizionali.
In Europa la fitoterapia è molto apprezzata, ma le leggi che regolamentano questa terapia sono diverse da paese a paese. In Italia, fatta eccezione per alcuni farmaci, la fitomedicine sono sottoforma di integratori alimentari.

Cos'è l'omeopatia?
Per quanto riguarda l'omeopatia si fa spesso confusione, associando tutto quello che è naturale all'omeopatia. L'omeopatia si basa su tre principi fondamentali: il principio di similitudine, le diluizioni infinitesimali, le caratteristiche della persona.
- Il principio di similitudine: l'omeopatica cura le malattie o i sui sintomi con una dosa infinitesimale della sostanza che provoca la malattia stessa. Per esempio: una puntura di ape viene curata con degli estratti di veleno d'ape.
- Le diluizioni infinitesimali: diverse sostanze vengono diluite fino a quantità infinitesimale e sottoposte a scuotimento. Maggiore è il numero di scuotimenti, maggiore sarà la potenza del rimedio omeopatico.
- Le caratteristiche della persona: ogni individuo è diverso nell'aspetto, nel comportamento ecc. Perciò ogni rimedio omeopatico si differenzia da persona a persona.

I benefici dell'omeopatia.
L'omeopatia si basa sulle caratteristiche psico-fisiche del paziente ed ha pochissimi effetti collaterali. Generalmente viene utilizzata da chi è sfiduciato dalla medicina tradizione. Viene utilizzata per curare diverse malattie, tra cui: disturbi psichici, malattie della pelle, gastrointestinali, nutrizionale ecc.

Alimentazione corretta per affrontare l'inverno

18/01/2017
da Farmacia Basso

Alimentazione corretta per affrontare l'inverno

L'inverno rappresenta una stagione critica per tutta una serie di motivi. Tanto per cominciare il freddo intenso, talvolta umido, che sottopone l'organismo a condizione decisamente più difficili da sopportare rispetto al caldo. Senza contare poi gli sbalzi termici, sempre più frequenti nelle città dove negozi, abitazioni e locali pubblici sono spesso eccessivamente riscaldati; uscire e rientrare, passare continuamente come facciamo da un luogo troppo caldo a uno troppo freddo, determina uno shock termico che destabilizza l'organismo, indebolendolo e sottoponendolo al rischio di raffreddori e colpi d'aria.

E per finire, non vanno dimenticati gli agenti patogeni come i virus, soprattutto quello influenzale, che approfittano dei mesi freddi per attaccare il sistema immunitario. Per questo motivo occorre prepararsi in maniera adeguata all'inverno e soprattutto fare attenzione a seguire un'alimentazione corretta per affrontare l'inverno, ovvero una dieta quotidiana ricca di cibi che contengono vitamine come la Vitamina C, ottima per rafforzare le difese immunitarie.

È indubbio inoltre che l'alimentazione adatta per l'inverno deve essere più nutriente rispetto a quella che seguiamo d'estate e quando fa caldo: nei mesi freddi, infatti, l'organismo ha bisogno di più energie, ragion per cui non si fa peccato nel consumare qualche cibo calorico ed elaborato in più, come per esempio la cioccolata o i primi piatti a base di pasta e carni. Tuttavia queste concessioni alimentari non stanno a significare certo che si può esagerare a propro piacimento, mangiando grassi a volontà.

Per bilanciare gli sgarri a tavola e mantenere il sistema immunitario attivo e pronto a rispondere in maniera adeguata agli agenti patogeni, occorre consumare regolarmente carboidrati come pasta, pane e cereali, avendo però cura di accompagnarli con condimenti leggeri e facilmente digeribili, meglio se a base di verdure. Ottimi per esempio sono i broccoli e i cavolfiori (ricchi di vitamina A, sali minerali e acido folico). più in generale tutte le verdure di stagione che mantengono inalterato il loro apporto di vitamine e sali minerali.

In inverno si tende a consumare una quantità maggiore di carni rosse ma è importante comunque non trascurare l’altra importante fonte proteica rappresentata dal pesce, alimento che, oltre ad essere particolarmente ricco di acidi grassi Omega 3 efficaci nella prevenzione delle malattie cardiovascolari e di alcune forme tumorali, presenta rispetto alla carne una più alta digeribilità ed un minor apporto calorico.

Da non dimenticare neanche i latticini e i formaggi, altamente nutrienti perché molto proteici, e soprattutto i legumi, ricchissimi di vitamine, calcio, fosforo, ferro ed diversi aminoacidi essenziali. Assieme a riso e pasta, possono essere usati per preparare ottime zuppe che riscaldano e nutrono.

Proprietà del miele, pappa reale e propoli

11/01/2017
da Farmacia Basso

Proprietà del miele, pappa reale e propoli

Affrontare la stagione fredda al meglio significa difendere le proprie difese immunitarie dai malanni di stagione, rinforzandole con prodotti naturali buoni e, soprattutto, sani.
Per questo motivo la soluzione giusta è scegliere quei prodotti che la natura generosa ci offre, ricchi di proprietà nutritive e un vero toccasana per la propria salute e il proprio benessere.
Tra i vari prodotti naturali bisogna ricordare quelli più sani e golosi: miele, propoli e pappa reale.

Il miele

Il miele rappresenta un alimento naturale dalle grandi proprietà curative che, addirittura, nell'antichità veniva considerato un vero e proprio medicinale contro numerosi disturbi di salute.
Questo straordinario prodotto possiede grandi proprietà nutritive: polifenoli, dalle proprietà antiossidanti, enzimi, aminoacidi e vitamine.
Il miele può essere utilizzato in particolar modo durante gli stati influenzali in quanto rappresenta un vero e proprio energizzante e un ottimo sedativo contro la tosse, assumendolo o in una bevanda, come latte o the, oppure assoluto in un cucchiaino da caffè.
Inoltre il miele è noto anche per le sue proprietà antinfiammatorie e antibatterico, in particolar modo sulla pelle in caso di piccole lesioni o punture di insetti.
Inoltre questo straordinario prodotto è un vero e proprio toccasana per l'intestino e lo stomaco.

La pappareale

Anche la pappareale rappresenta un alimento naturale prodotto dalle api, ricco di proprietà nutritive e in particolar modo energizzanti.
La pappareale è un ottimo rimedio da assumere durante i periodi di deficit del proprio organismo, come in caso di influenza o semplici raffreddori, grazie alla presenza di minerali (ferro, calcio, potassio, fosforo, zolfo, silicio e rame) e vitamine ( A, B ed E).
Durante particolari periodi di stanchezza e stress, magari dovuti a un intenso lavoro fisico e mentale, la pappareale è la scelta migliore per ritrovare concentrazione ed energia.

La propoli

Anche la propoli possiede delle numerose proprietà curative.
Essa rappresenta un vero e proprio rimedio contro alcune infezioni, come ad esempio la Candida, grazie alle sue proprietà antimicotiche.
Questo eccezionale prodotto possiede anche un'azione antivirale, in particolar modo nei confronti del Herpes simplex, e anestetica, soprattutto successivamente ad una visita dal dentista per un estrazione o una pulizia dentaria o per la prevenzione di carie.
Anche la propoli, grazie alla sua ricca presenza di flavonoidi, rappresenta un prodotto dalle grandi proprietà antiossidanti che mantengono la pelle giovane.
Inoltre, in base a numerosi studi, sembrerebbe che la propoli possa possedere delle importanti proprietà antitumorali, anche se ciò è anche in fase di continua ricerca e sperimentazione.