Come riconoscere la depressione

15/05/2017
da Farmacia Basso

La depressione è una delle malattie più diffuse all'interno della società moderna, essa colpisce indistintamente uomini e donne senza tenere conto dell'estrazione sociale e dell'età, vediamo insieme come riconoscerla.


Come si manifesta la depressione?
In psicologia, la depressione, è considerata una vera e propria malattia, e come tale deve essere trattata per poter essere in grado di curarla in maniera soddisfacente. Uscirne è possibile, basta essere in grado di riconoscerla. I campanelli di allarme sono molti, i familiari del malato devono essere in grado di carpirli e capirli, per poter apportare un vero e proprio supporto al proprio caro.

La sofferenza emotiva è il primo grande effetto che la depressione ha sull'organismo e sulla psiche della persona che ne è affetta. Una sensazione di perenne stanchezza, nonostante non si svolga attività fisica intensa, è una spia che dovrebbe essere presa in considerazione in tutte quelle persone che si iniziano a mostrare demotivate ed eccessivamente tristi e negative.

10 sintomi che aiutano a vederci più chiaramente.
Essere fiacchi e avere un umore poco allegro non deve essere considerato di default uno dei sintomi depressivi, prima di parlare di patologia infatti bisogna assicurarsi che almeno 5 dei seguenti stati d'animo pervadano la persona di cui si sospetta un inizio di depressione:
- aumento o decremento sensibile dell'appetito e conseguente aumento della massa grassa od eccessivo deperimento
- eccessivo affaticamento o iperattività dovuta d uno stato ansiogeno
- colpevolizzazione frequente e nella maggior parte dei casi immotivata
- disturbi legati al sonno come ad esempio continui risvegli, privazione del sonno o eccessiva sonnolenza
- pensieri legati alla morte, non per ultimo il suicidio
- vedere solo il lato negativo della vita, ottenendo una visione pessimistica del mondo in cui si vive
- ansia, mancato appagamento e apatia verso qualsiasi tipo di attività
- difficoltà di concentrazione e poca lucidità nel ricordare le cose
- dolori non causati da traumi fisici
- ansia generalizzata

L'importanza della continuità dei sintomi.
Un periodo buio capita a tutti, il depresso però ha la caratteristica di avere questo senso di inadeguatezza che si protrae nel tempo. Per definire una persona affetta da depressione deve avere i sintomi sopra riportati che si ripetono per almeno 2 settimane di tempo, tutti i giorni, più volte al giorno.

Una diagnosi precoce aiuta notevolmente la guarigione.

Riconoscere la depressione e prenderla in tempo diminuisce drasticamente la possibilità di aggravamenti o peggio, del compimento di atti estremi. Sapere accettare l'aiuto di persone esterne è il primo passo che può avviare il cammino della riparazione della propria anima. Sono consigliate terapie farmacologiche accompagnate a sedute di psicanalisi in grado di aiutare il paziente a vivere questo suo stato di instabilità emotiva. I famigliari e gli amici devono essere un supporto concreto, evitando di sminuire e incentivare questo senso di chiusura al mondo. La depressione è una malattia reale e come tale deve essere curata, in maniera mirata ed attraverso medicinali, ma soprattutto attraverso una presa di coscienza da parte del paziente.

Commenti

Nessun messaggio trovato

Nuovo messaggio