Combattere la stanchezza con il potassio: ecco i benefici e come assumerlo;​

08/01/2020
da Farmacia Basso

Il potassio è un elemento minerale molto importante per l'organismo. Esso infatti aiuta a combattere spossatezza e stanchezza ed è un potente alleato soprattutto durante i cambi di stagione o durante i mesi più caldi, quando questi sintomi si manifestano di più.

Il potassio aiuta la salute di cuore e muscoli, contrastando la ritenzione idrica e aiutando la regolazione delle contrazioni muscolari e favorendo la coordinazione del sistema nervoso. Durante periodi particolarmente pesanti o stressanti, il potassio dona energia e aiuta a contrastare disturbi del sonno e attacchi di ansia.

Persone con uno stile di vita sano, un'alimentazione sana ed equilibrata, difficilmente avranno problemi legati a carenze di potassio. In alcuni casi, però, può essere necessario assumere questo elemento anche attraverso l'aiuto di integratori specifici.

I casi in cui si può soffrire di carenze di potassio possono riguardare individui che soffrono di problemi dell'apparato digerente che provocano vomito o diarrea (influenze intestinali, ad esempio, o altri disturbi). Anche chi svolge un'intensa attività fisica, può soffrire di carenze, così come chi soffre di diabete e chi assume scarse quantità di frutta e verdura. Inoltre, bevande alcoliche e caffè contribuiscono ad eliminare il potassio, rischiando di provocare delle carenze.

Oltre agli integratori specifici, sono numerosi gli alimenti ricchi di potassio, anche se è bene ricordare che tutti i cibi lo contengono. Quelli che però ne contengono maggiori quantità sono fichi, ceci, crusca di grano, noci, spinaci, patate, albicocche, fagioli, avocado, kiwi, banane, valeriana e cavoletti di Bruxelles. Come potete vedere sono diversi i cibi molto ricchi di potassio. Ciò vuol dire che non è difficile elaborare una dieta varia e sana che inserisca alcuni di questi alimenti al suo interno, favorendo l'integrazione di potassio all'interno dell'organismo.

Gli integratori possono essere assunti sotto controllo medico e sono fondamentali, come già detto, per alcune persone che soffrono di patologie e problemi particolari che provocano forti carenze. Tuttavia, durante i cambi di stagione (primavera e autunno soprattutto) e quando si suda molto, come durante l'estate o mentre si svolge un'intensa attività fisica, è bene assumere prodotti che favoriscano il reintegro di potassio. Come tutti i sali minerali, infatti, anche questo elemento viene eliminato dall'organismo attraverso il sudore. Ecco perché durante l'estate spesso si soffre di spossatezza e stanchezza generale. Per i cambi di stagione, invece, si può risentire di carenza di potassio perché il corpo tende a spendere grandi quantità di energia per adattarsi a nuove situazioni climatiche e di abitudine. La primavera, ad esempio, può coincidere con un aumento dell'attività all'aria aperta, mentre l'autunno, invece, significa rientro al lavoro e alla routine, con un conseguente stress psico-fisico che può portare a carenze di vitamine, sali e, ovviamente, potassio.

Commenti

Nessun messaggio trovato

Nuovo messaggio